Approfondimenti

Italian Academy of Osseointegration 2018: ultime sul futuro dell’implantologia

Software 3D nel futuro dell’implantologia moderna: ecco le ultime dal Congresso IAO 2018

Nel weekend dal 18 al 20 ottobre 2018, presso gli spazi Superstudio Più in Via Tortona 27 a Milano, si è svolto il Primo Congresso Nazionale “Eppur si muoveorganizzato dall’Italian Academy of Osseointegration.

La tre giorni milanese ha visto protagonisti professionisti e massimi esponenti dell’odontoiatria italiana e internazionale, impegnati in un fitto programma di conferenze, seminari, dibattiti e workshop rivolto ai soci I.A.O. Il focus del congresso è stato incentrato sulle innovazioni nell’odontoiatria contemporanea e sul digitale nella pratica clinica implantologica al fine di fornire spunti di riflessione interessanti ai partecipanti, con il consueto invito ad approfondire e a conoscere tutte le novità del settore.

Scopriamo di più sul Congresso Italian Academy of Osseointegration e sul futuro dell'implantologia.


Cos’è I.A.O?

Per chi ancora non la conoscesse, l’I.A.O o Italian Academy of Osseointegration nasce nel dicembre 2015 dalla fusione tra SICOI e SIO, nell’intento di dar vita ad un’unica realtà scientifica che potesse fungere da riferimento per i professionisti odontoiatri di oggi.

Dall’unione di queste due autorevoli Società Scientifiche, provengono proposte culturali e formative di qualità, in linea con le esigenze dell’attuale momento storico-culturale del settore. L’attività didattica e i contenuti dell’Italian Acacedemy of Osseointegration si rivolgono ai professionisti odontoiatri e alle aziende che operano sul campo, proponendosi di essere un valido supporto integrativo e formativo. L’operato dell’I.A.O. in termini di didattica, studio, divulgazione e ricerca scientifica viene svolto non solo sul territorio nazionale, ma anche a livello internazionale, con particolare attenzione ai temi dell’Implantologia Osteointegrata, della Chirurgia Orale e della Riabilitazione orale.

Congressi, seminari, corsi di formazione e workshop sono solo alcune delle attività rivolte ai soci I.A.O.


Il 1° Congresso Eppur si muove dell’Italian Academy of Osseointegration

Nelle giornate del 18, 19 e 20 ottobre 2018 a Milano si è svolto il 1° Congresso Eppur si muove, organizzato dall’Italian Academy of Osseointegration.

L’intento degli organizzatori è stato quello di invitare i soci I.A.O. a “perseguire i propri intuiti e la propria voglia di conoscenza”, inserendosi a pieno titolo nel vivo dei dibattiti internazionali più interessanti del momento. Il programma del Congresso I.A.O. 2018, tra conferenze e dibattiti che hanno visto protagonisti alcuni dei nomi più autorevoli e prestigiosi del settore, è stato articolato in 3 giornate:

  • 18 ottobre: conferenza in tre moduli dal titolo “Innovazioni e nuovi protocolli nell’Odontoiatria contemporanea”, con approfondimenti sui temi delle diagnosi e strategie innovative, su aspetti rigenerativi ossei e alternative terapeutiche e, infine, su aspetti estetici in implanto-protesi e mantenimento implantare.
     
  • 19 ottobre: giornata sul tema “Il digitale nella pratica clinica implantologica: presente e futuro” e “Il carico immediato: stato dell’arte 2018”.
     
  • 20 ottobre: corso per per odontoiatri e igienisti “Come prevenire, diagnosticare e trattare le malattie perimplantari”, Corso Per Assistenti Chirurgiche “L’implantologia osteointegrata, la chirurgia implantare e la fase protesica.



Congresso I.A.O. 2018: novità e prospettive sul futuro dell’implantologia

Il Congresso I.A.O. 2018 di Milano è stato impostato con un focus sulle ultime innovazioni nell’odontoiatria contemporanea e sul futuro dell’implantologia.

Come emerso al termine dei tre giorni dell’evento, uno degli spunti più interessanti per i professionisti del settore è il sostanziale cambiamento nella pratica clinica implantologica. Diagnosi e pianificazione dell’intervento in 3D rappresentano la svolta dell’implantologia presente e futura. Grazie all’ausilio di software 3D, infatti, rispetto al passato, è possibile ottenere una quantità di informazioni davvero elevata che consentono di formulare diagnosi e piani di cura sempre più precisi, moderni e personalizzati.

Oltre all’importanza dell’applicazione del digitale in fase diagnostica e progettuale per l’implantologia, dal Congresso 2018 è emerso anche il tema dell’ingresso della robotica negli studi dentistici in Italia nel prossimo futuro. Per un problema di costi e di competenze, il nostro paese è attualmente indietro rispetto a paesi come gli Stati Uniti, dove la chirurgia guidata fa passi da gigante. Nonostante questo, il futuro dell’implantologia mondiale si prospetta sicuramente full digital, con enormi vantaggi in termini di un  posizionamento implantare sempre più corretto e di una resa estetica finale superiore.