Approfondimenti

Sinusite mascellare: sintomi e rimedi per curarla

Sai riconoscere i sintomi della sinusite mascellare? Ecco cause, conseguenze e rimedi per guarire

La sinusite è un’infiammazione che interessa i seni paranasali, dovuta al blocco dell’ostio sinusale principale e all’accumulo di secrezioni.
Quando l’infiammazione interessa, nello specifico, il seno mascellare, si parla di sinusite mascellare che presenta, più di tutte le altre forme, il maggior interesse dal punto di vista odontostomatologico.

Nelle sue forme più acute, l’infiammazione dei seni mascellari può causare forti dolori che interessano anche i denti. Ma quali sono i sintomi della sinusite mascellare e come fare a riconoscerli? Scopriamo insieme le principali cause e i rimedi per curarla in modo efficace.


Cos’è la sinusite mascellare?

Prima di parlare nel dettaglio di sinusite mascellare e i sintomi correlati, è bene fare una distinzione tra sinusiti rinogene e odontogene.

Spesso la sinusite mascellare è fonte di mal di denti e dolore pulsante alla boccaLa sinusite rinogena è dovuta a una riduzione o al blocco completo dell’ingresso di aria nella cavità nasale. La sinusite odontogena, invece, è conseguenza di un’infezione trasmessa ai seni mascellari, ad esempio, per effetto di impianti dentali o cure dentarie mal eseguiti.

Ma le cause della sinusite mascellare possono essere anche di natura virale, di natura batterica o fungina. Quella virale è tra le più comuni, legata a rinite acuta (raffreddore forte) oppure a rinite cronica (di tipo allergico o ipertrofica).

Per questo, eccetto i casi in cui si è in presenza di problemi legati ai denti (sinusite mascellare odontogena), è più corretto parlare di rino-sinusite. Indipendentemente dalla causa, l’infiammazione dei seni nasali ne provoca il congestionamento, con conseguenze piuttosto dolorose e fastidiose.
A seconda della zona più interessata dall’infiammazione, è possibile distinguere tra sinusite mascellare, sinusite frontale, sinusite sferoidale e sinusite etmoidale.


I sintomi della sinusite mascellare

sintomi-sinusite-mascellare.jpg

Le conseguenze della sinusite sono spesso assai dolorose e fastidiose: il dolore è, infatti, il principale tra i sintomi della sinusite mascellare, sia essa cronica o acuta.

Generalmente il dolore tende a localizzarsi sul volto, intorno all’orbita degli occhi, alla radice del naso o presso il seno colpito dall’infiammazione. Data la prossimità del seno mascellare alle radici dei denti, spesso in alcuni pazienti la sinusite mascellare è fonte di mal di denti e di dolore pulsante ad essi.

Anche quando si è in presenza di sinusite odontogena, è proprio la vicinanza del seno mascellare a radici con infezioni in corso a causare dolore, ma anche ascessi e cisti periapicali.
Nei casi di sinusite mascellare cronica, i sintomi possono essere più blandi, ma prolungati nel tempo e avvertiti ad intermittenza.

Ecco, in sintesi, i principali sintomi e manifestazioni della sinusite mascellare:

  • presenza di muco nasale verde o giallo;
  • naso chiuso;
  • dolore in prossimità di guance, occhi e fronte;
  • mal di testa frontale;
  • dolore ai denti;
  • alitosi;
  • riduzione del senso dell'olfatto;
  • febbre alta.

Come curare la sinusite? Il tuo dentista può aiutarti a trovare il giusto rimedio attraverso una diagnosi accurata, eseguendo un visita endoscopica non invasiva dei seni nasali o richiedendo una TAC dei seni paranasali.

Dopo un esame approfondito, il dentista potrà valutare l’opportunità di proseguire con una terapia medica, di norma una cura antibiotica o antistaminica, a seconda dell’origine del disturbo. L’alternativa è la terapia chirurgica, utile nei casi di sinusite mascellare complicata o nei casi di sinusite cronica dove il dentista valuterà la necessità di intervenire chirurgicamente per risolvere il problema.