Approfondimenti

Salute dei denti e cioccolato: sfatiamo il più classico dei miti

C’è chi lo ritiene il nemico numero 1 del sorriso e chi lo consuma giornalmente per avere denti forti e sani. Ma chi ha ragione?

Il cioccolato fa bene o non fa bene ai denti? Questo è il problema.
Sì, perché se da un lato generazioni di mamme iperprotettive ci hanno inculcato che mangiare troppa cioccolata può rovinare irrimediabilmente la salute dei denti, dall’altro fior fior di professori ed esperti ci dicono di stare tranquilli: mangiate cioccolato che aiuta a ridurre la perdita dello smalto dentale e protegge da carie e placca.

Ma qual è la verità?


UN PREZIOSO ALLEATO DEL TUO SORRISO… MA SOLO SE FONDENTE

Sì, il cioccolato fa bene alla salute dei denti e a confermarlo è una ricerca dell’Università di Osaka pubblicata su The Scientist. Prima di gioire e buttarti sulla prima tavoletta di cioccolata conservata in dispensa però, assicurati che abbia una percentuale di cacao superiore all’80%.
Sembra infatti che l’extra fondente sia ricco di agenti antibatterici naturali, tannini, fluoro e fosfati, che impediscono allo Streptococco mutans – batterio responsabile della carie – di produrre glucano, cibo preferito dei germi e condizione ottimale per la formazione della placca.

Quindi sì al cioccolato ad alta percentuale di cacao (80% o più). No a cioccolato al latte o bianco, ricchi di zucchero.


UN PROBLEMA IN MENO PER IL TUO MAL DI DENTI

Ti sei mai chiesto perché provi delle fastidiose fitte ai denti solo quando mangi cioccolato al latte, bianco o altri cibi zuccherini?
Molto semplice. Lo zucchero è un potente agente infiammatorio che mina la salute dei denti. Quando una persona affetta da carie mangia cibi dolci, lo zucchero contenuto in questi ultimi penetra all'interno del dente che presenta una lesione cariosa e stimola particolari terminazioni nervose che comunicano direttamente con la polpa (nervo) e provocano una sensazione fastidiosa o dolorosa.

Il fastidio può essere avvertito anche mangiando cioccolato fondente o extra fondente, a seconda dello stadio della carie presente in bocca, ma in minima parte perché la presenza di zucchero in questo caso è bassissima.


UN TOCCASANA PER LA SALUTE

Ci sono tanti buoni motivi per giustificare un consumo giornaliero, ma responsabile di cioccolato e non parliamo solo della salute dei denti.

Il cioccolato fondente infatti…

  • fa bene al cuore, perché riduce il rischio di malattie cardiovascolari e ictus;
     
  • aiuta a combattere la cellulite, perché è ricco di sostanze antiossidanti come i flavonoidi;
     
  • abbassa i livelli di pressione arteriosa, meglio di una corsetta al parco da 30 minuti;
     
  • favorisce il buon umore, perché stimola le zone del cervello che producono endorfine;
     
  • è amico della memoria: doppia razione di fosforo rispetto al pesce e abbondante presenza di metilxantine, sostanze simili alla caffeina;
     
  • protegge la pelle dai raggi UV, idrata meglio di una crema corpo e previene l’insorgenza di eritemi;
     
  • migliora le prestazioni sessuali, perché aumenta il flusso sanguigno e favorisce il rilassamento della muscolatura.

Insomma, servono altre motivazioni per convincerti a scegliere il cioccolato fondente?