Approfondimenti

Ortodonzia invisibile: le fasi del trattamento

Il trattamento di ortodonzia invisibile è tanto semplice quanto tecnicamente avanzato. Ecco gli step previsti per conquistare un sorriso da mega watt

Apparecchio invisibile? Una soluzione davvero comoda che elimina l’imbarazzo di mostrarsi in pubblico col classico sorriso di ferro, soprattutto in età adulta.
In uno dei nostri precedenti articoli abbiamo elencato una serie di consigli per ottenere il massimo dal proprio apparecchio invisibile, come funziona, come curarne l’igiene e quanto è importante seguire scrupolosamente il trattamento ortodontico previsto dal proprio dentista.

In questo caso, vogliamo fare un passo indietro per descrivere le fasi seguite da un paziente che sceglie una soluzione di ortodonzia invisibile.


1. PRIMA VISITA

Ok, finalmente ti sei deciso a fare qualcosa per quel sorriso a denti sbilenchi che ti contraddistingue fin da piccolo.
Le mascherine trasparenti sono comode da indossare e rimuovereMa non sei più un adolescente lentigginoso e non hai nessuna voglia di portare l’apparecchio con tanto di fil di ferro e stelline luccicanti sui denti. La soluzione che fa per te è l’apparecchio invisibile, comode mascherine che, oltre ad essere trasparenti, sono comode da indossare e rimuovere.

Il primo passo sul cammino verso il sorriso perfetto è la prima visita dal dentista, necessaria per valutare il livello di malocclusione e per individuare la soluzione adatta a te.


2. VEDIAMOCI CHIARO

Dì la verità, a quando risale la tua ultima visita dal dentista? Se la risposta è “non ricordo”, non sorprenderti se l’ortodontista richiede una pulizia dei denti accurata. Probabilmente ne hai davvero bisogno.

Dopodiché, seguirà una panoramica della bocca, una teleradiografia e anche una radiografia del cranio anteroposteriore se presente asimmetria. Tutto questo per valutare la presenza di denti sovrannumerati e conoscerne il posizionamento, così da evitare possibili danni causati dallo spostamento dentale.

mascherine-dentali-trasparenti.jpg


3. ANALISI ARCATE DENTALI E AVVIO TRATTAMENTO

Perché il trattamento abbia inizio sarà necessario procedere con impronte dentali e realizzare aligner personalizzati (o bites) in laboratorio.
I bites esercitano pressione sui denti allo scopo di spostarli nella posizione voluta
Dal momento in cui inizierai ad indossarli, i bites eserciteranno un’impercettibile pressione sui denti allo scopo di spostarli nella posizione voluta.

Perché questo processo avvenga nei tempi e nelle modalità corrette, gli aligner dovranno essere sostituiti ogni 15 giorni, mentre ogni 4-8 settimane dovrai recarti dal dentista per valutare i progressi ottenuti e rifornirti del prossimo set di mascherine.


4. CONTENZIONE

Al termine del piano del trattamento sarà necessario utilizzare i retainers, mascherine di contenzione che possono essere utilizzate con minore frequenza rispetto all’apparecchio (il periodo di utilizzo della mascherina di contenzione deve essere concordato con il proprio dentista), e che non vanno assolutamente sottovalutate al fine di non perdere i risultati raggiunti con fatica.

Il trattamento ortodontico legato a soluzioni invisibili sono molto semplici, ma per qualsiasi dubbio puoi contattarci per richiedere ulteriori informazioni.
Ricorda, la nostra clinica dentistica è specializzata in ortodonzia invisibile e partner di Provider Invisalign e Arc Angel.