Approfondimenti

Devitalizzare un dente: costo e tecniche più sicure

Scopri quanto costa devitalizzare un dente e come avviene l’intervento

Devitalizzare un dente è una delle pratiche di endodonzia più comuni e diffuse. L’intervento si rende necessario nei casi in cui il dentista riscontra un’infezione che interessa la parte interna del dente. La devitalizzazione serve proprio a evitare il proliferare dei batteri e il propagarsi dell’infezione.

Se ti appresti ad affrontare questo tipo di intervento, ti starai sicuramente chiedendo se è doloroso, quanto tempo occorre e quanto costa devitalizzare un dente. Ecco tutto quello che devi sapere. 
 

Devitalizzazione denti: cos’è e perchè avviene

Quello per devitalizzare un dente è, a tutti gli effetti, un intervento chirurgico che serve a riparare denti gravemente compromessi che necessitano di essere curati, scongiurando il rischio di estrazione. L’intervento interessa la parte più interna e profonda del dente, ossia la radice e la polpa, lì dove sono presenti vasi sanguigni e nervi. L’infiammazione della polpa, di solito, è accompagnata da sintomi quali denti sensibili al caldo o al freddo, dolore durante la masticazione e ascesso.

Quando serve ricorrere alla devitalizzazione di un dente? Ecco i casi più frequenti: 

  • presenza di una carie dentale profonda;
  • presenza di un dente scheggiato o rotto;
  • ripetuti interventi dentistici;
  • infezioni batteriche o infiammazioni della polpa molto profonde. 

devitalizzare dento costo .jpg


Tecniche di devitalizzazione dentale

Dopo aver capito cos’è e perchè è necessaria, proviamo a capire come avviene la devitalizzazione di un dente. Dopo una diagnosi preliminare accurata con annessa radiografia, la tecnica più sicura e diffusa prevede una serie di step:

  • rimozione della polpa oggetto di infezione batterica, attraverso un’apertura sulla corona del dente per accedere ai tessuti molli interni, con anestesia locale praticata direttamente;
  • pulizia canalare che, a seconda dei casi, può essere eseguita in sedute diverse;
  • sigillatura dei canali e riempimento con un’otturazione in materiale biocompatibile;
  • ricostruzione del dente devitalizzato, con l’applicazione di una corona. 


La durata dell’intervento di devitalizzazione, dunque, può variare significativamente a seconda della gravità del caso, della profondità dell’infezione, dell’eventuale presenza di ascessi o altre patologie. 
 

Devitalizzazione: costo e tempi di guarigione

L’intervento necessario per devitalizzare un dente avviene in anestesia locale e, normalmente, il dolore scompare già al termine della seduta. Il dente, tuttavia, risulterà più sensibile per qualche tempo e, pertanto, si raccomanda di evitare di masticare sul dente devitalizzato. La presenza di dolore controllabile con antidolorifico per 2-3 giorni risulta essere normale dopo la terapia. Se il dolore persiste, si consiglia di consultare il dentista.

Quanto al costo, il prezzo medio per una devitalizzazione si aggira tra i 100 euro per canini e incisivi e i 350 euro per molari. Tuttavia la spesa può variare molto da studio a studio ed è inevitabilmente legata al costo per la ricostruzione del dente.