Approfondimenti

Denti sani… o no. 4 personaggi che hanno sofferto di problemi ai denti

I problemi dentali non conoscono epoche o professioni. Ecco 4 icone della storia che potrebbero confermarlo

Oggi non possiamo proprio lamentarci. L’innovazione e le costanti tecnologie in campo odontoiatrico ci permettono di dormire sonni tranquilli e di sfoggiare denti sani e sorrisi splendenti.

Ricorriamo a pulizia denti e sbiancamento per attenuare l’ingiallimento dei denti, combattiamo parodontiti e gengiviti con metodi semplici e con i migliori professionisti del settore. Ma non è sempre stato così semplice. Ecco 4 icone storiche che hanno sofferto a lungo di problemi dentali.

 

GEORGE WASHINGTON, IL PRESIDENTE CON UN SOLO DENTE

george_washington.jpg

Fu grande uomo politico, scaltro militare americano, comandante dell’esercito continentale durante tutta la guerra d’indipendenza americana e persino primo presidente degli Stati Uniti, nonché uno dei Padri Fondatori della nazione.

Di sicuro, non è passato alla storia per i suoi denti sani. Il buon George ebbe costanti problemi dentali durante la sua vita: infezioni, ascessi, carie, periostiti a carico della mandibola, stomatiti, gengiviti e chi più ne ha più ne metta.
A cominciare dai 22 anni iniziò a perdere i denti, uno dopo l’altro. Si racconta che all’età di 57 anni, quando diventò presidente, sedette al comando degli States con un solo dente in bocca, il  premolare inferiore sinistro. Ma non ci sono ritratti a testimoniarlo.
Chissà perché.


IL DENTE AVVELENATO DI ADOLF HITLER

hitler.jpg

Basta disegnarsi un quadratino nero sopra il labbro inferiore per diventare uno dei più famigerati dittatori del Novecento. Il prossimo Carnevale, ricordate di tingere i denti di nero e l’effetto sembrerà ancora più realistico. Si dice che quando furono ritrovati e analizzati i resti del cranio di Hitler, dentista e igienista confermarono che si fosse suicidato ingerendo del cianuro.

Risultato? Una collezione di denti neri, a screditare gli scettici convinti che il Fuhrer sia ancora vivo e che un giorno tornerà a vendicarsi.

 

ELISABETTA I: NESSUN MARITO MA TANTE CARIE

elisabetta-I.jpg

Neppure la regina d’Inghilterra, Elisabetta I, aveva denti sani.
La Virgin Queen britannica fu non solo emblema di un intero periodo storico (regnò dal 1558 al 1603), femminista attiva, poetessa e donna dalle forti convinzioni religiose. Si racconta che la sovrana disdegnasse l’idea di sposarsi tanto quanto amasse “abbuffarsi” di leccornie.

Superati i 60 anni la regina cominciò ad essere rappresentata con il trucco bianco sfatto, l’evidente calvizie e i denti completamente neri. Esagerazione? È probabile, ma considerata la sua passione per i dolciumi e che in quello stesso periodo lo zucchero sbarcò sulle coste britanniche a disposizione di coloro che potevano permettersi di acquistarlo, non fatichiamo a immaginare una sovrana dai denti cariati.

 

JOHN LENNON: IL DENTE CARIATO D’AUTORE

john-lennon.jpg

Abbandoniamo il XVI secolo per approdare al ventesimo. Con uno dei più grandi musicisti della storia, assassinato all’età di quarant’anni ma capace per sempre di rimanere nella memoria di tutti.
Un grande personaggio, sì, ma che a quanto pare ha dimenticato di curare la sua igiene dentale. Ha fatto scalpore la notizia del dentista canadese che nel 2011 ha acquistato all’Asta Omega di Stockport (Stati Uniti) il molare cariato dell’ex Beatles per un valore complessivo – ed eccezionale – di quasi 20.000 sterline.

Non proprio un affare per un dente ingiallito e con una vistosa cavità, eppure sempre dente d’autore si tratta.