Approfondimenti

Carie denti: combatterla grazie al mirtillo

È piccolo, selvatico e un vero e proprio toccasana nella lotta contro la carie. A sostenerlo, uno studio americano

Che i migliori amici dei nostri denti in formato alimenti siano sedano, carote, finocchi e mele, ce lo siamo sentiti ripetere in più di un’occasione dal nostro dentista.

Niente di nuovo, insomma. Non piacciono proprio a tutti, ma aiutano a contrastare la carie denti perché possiedono un alto contenuto di fibre e, inoltre, aiutano a pulire i denti e massaggiare le gengive durante la masticazione.

Eppure non sono i soli alimenti a fare la differenza nella lotta contro la carie denti.
Il mirtillo, ad esempio, non solo è in grado di ridurre la formazione della placca ma allo stesso tempo tutela la salute dei nostri denti.

A sostenerlo è nientemeno che il dentista e microbiologo della University of Rochester Medical Center (USA), Hyun Michel Koo, che ha spiegato:

"La carie è provocata dall’azione di alcuni batteri che, dopo aver prodotto la placca, vi si annidano dentro e rilasciano indisturbati una sostanza acida che corrode lo smalto".

combattere-la-carie.jpg

Quando dentina – secondo strato del dente – e smalto dentale vengono attaccati dalla carie, si inizia a formare una cavità e a percepire fastidio o, nei casi più avanzati, dolore.

Lo studio condotto da Koo effettuato su un gruppo di topi ha dimostrato che le proantocianidine di tipo A, contenute nei mirtilli rossi, sono in grado di distruggere gli enzimi glucosiltransferasi, necessari ai batteri per realizzare i glucani (polisaccaridi composti da molecole che compongono la placca).

"I principi contenuti nei mirtilli rossi non uccidono completamente i batteri, ma ne ostacolano le due attività più dannose: la produzione di acido e quella di glucano", ha proseguito Koo.

Risultato? Una riduzione della produzione di acido e glucani pari al 70% e di carie pari al 45% dopo la somministrazione di mirtilli rossi alle cavie da laboratorio.


CARIE DENTI: IL MIRTILLO FUNZIONA ANCHE PER GLI ESSERE UMANI?

Assolutamente si, perché è ricco di principi attivi, quercitina e miricetina, che riescono ad ostacolare le attività batteriche che provocano danni ai denti.

Se siete degli amanti di frutti di bosco e, in particolare, dei piccoli mirtilli rossi potete star tranquilli. La salute dei vostri denti sta dentro una botte di ferro.

Al contrario, se non amate i frutti selvatici ma volete comunque bloccare l’aderenza dei batteri sulla superficie dei denti e ridurre la potenza degli organismi cariogeni, ricordate che ci sono tantissimi altri alimenti che possono aiutarvi a vincere questa battaglia: formaggi, cacao, caffè, agrumi, tè verde, aglio, cipolla e tanto altro.

E se i soli rimedi naturali non bastano, ricordate sempre che una corretta igiene orale è il primo passo per prevenire la carie denti, insieme ad una lunga lista di disturbi dentali e gengivali.