Approfondimenti

Consigli per ottenere il massimo dal tuo apparecchio invisibile

È semplicissimo da utilizzare ed efficace al pari di un qualsiasi apparecchio tradizionale, ma che non deve essere sottovalutato. Pena: la perdita dei risultati sperati

Il trattamento ortodontico è da considerarsi come una partnership tra il paziente e l’ortodontista.
A dirlo, nientemeno che l’American Association of Orthodontists, secondo la quale è necessario che questa relazione venga mantenuta nel tempo perché risulti proficua e dia i migliori risultati.

Chi sceglie di indossare un apparecchio invisibile per correggere il disallineamento dentale, oggi lo fa principalmente per motivi estetici. L’apparecchio tradizionale è invasivo, antiestetico e scomodo da portare, mentre gli allineatori estetici dentali si presentano come comode mascherine trasparenti che, oltre ad essere praticamente invisibili, sono facili da indossare e rimuovere.

Un sistema innovativo e rivoluzionario, si, ma che deve essere utilizzato correttamente, seguendo in modo scrupoloso le indicazioni del proprio dentista.
Ecco i nostri consigli per ottenere il massimo dal proprio apparecchio invisibile:


APPARECCHIO INVISIBILE: DENTI DRITTI A PICCOLI PASSI

L’apparecchio invisibile raddrizza i denti tramite uno spostamento adeguato e controllatoOgni 2 settimane circa, gli allineatori vanno sostituiti con quelli successivi per raggiungere la posizione finale desiderata.

Il periodo di trattamento non va sottovalutato e deve essere seguito scrupolosamente, in accordo col proprio dentista che seguirà l’intero processo per far sì che a spostarsi sia la postura dei denti da correggere, secondo il trattamento ortodontico concordato.


APPARECCHIO DENTALE INVISIBILE: QUESTIONE DI COSTANZA

È vero, gli allineatori trasparenti sono semplici da portare e, soprattutto, da rimuovere.
Questo non vuol dire che possiamo evitare di metterli. È necessario indossarli per almeno 22 ore al giorno perché il trattamento risulti efficace e rimossi solo quando si mangia, ci si lava i denti o si passa il filo interdentale.

Costanza è la parola d’ordine. Un impegno superficiale da parte del paziente potrebbe allungare i tempi del trattamento.


APPARECCHIO INVISIBILE: L’IGIENE È IMPORTANTE

Chi porta un apparecchio tradizionale spesso fa fatica a mantenere una perfetta igiene dentale a causa di filo metallico e placchette da ripulire dai residui di cibo. Gli allineatori invisibili invece possono essere rimossi, spazzolati e sciacquati sotto un getto di acqua tiepida con estrema facilità.
Si possono utilizzare anche speciali pastiglie per la pulizia degli apparecchi invisibili.

Raccomandiamo di non sottovalutare questa pratica proprio perché semplice da attuare.


ORTODONZIA INVISIBILE: UN OCCHIO DI RIGUARDO ALLA CONTENZIONE

Proprio come il più classico degli apparecchi tradizionali, anche l'apparecchio invisibile prevede una fase finale di contenzione, una mascherina che consente di mantenere i denti stabili nella loro nuova e corretta posizione.

Il periodo per l’utilizzo della mascherina di contenzione non è facoltativo, ma va concordato con il dentista di riferimento e seguito scrupolosamente per non perdere i progressi raggiunti.

 

Hai ancora dei dubbi? Vieni a trovarci in clinica, prenota una visita e scopri se la soluzione ortodontica invisibile è proprio quella che fa al caso tuo.